Tempi moderni

Dopo un pò di tempo ritorno a scrivere sul mio blog.Nel frattempo sono successe molte cose di rilievo, sia a livello nazionale che internazionale.Partiamo dall’Italia. Fini è stato cacciato dal partito che aveva co-fondato insieme a Silvio Berlusconi, Il Governo ha perso diversi deputati e senatori(poi riacquistati in un secondo momento), è nato Futuro e Libertà dalla scissione della componente … Continua a leggere

Il Fascismo, le bugie e la “vulgata resistenziale”

Mi sono sempre chiesto perchè sui libri di storia, in Televisione, sui giornali e in generale nell’opinione pubblica, la nostra storia viene  trattata vedendo solo un punto di vista, solo una fazione.Quella dei vincitori ovviamente.In terzo superiore studiando l’Unità d’Italia non ho trovato da nessuna parte i crimini sudamericani e siciliani di Garibaldi, mentre ero sommerso dagli elogi spesi per le  sue … Continua a leggere

Senza dignità

Stadio Olimpico di Roma, giornata numero trentasei del massimo campionato italiano di calcio, in campo lazio-Inter.C’è un gemellaggio di lungo corso tra le due tifoserie, anche se i rapporti tra le due società sono ai minimi storici.La lazio ancora non è salva, l’Inter è a un passo dal vincere tutto.Se non ci fosse la Roma di mezzo, questa partita varrebbe sia … Continua a leggere

La resa dei conti

Queste elezioni regionali ci offrono molti spunti su cui discutere e riflettere, nel centrodestra e nel centrosinistra, che si dimostrano due piattaforme politiche molto diverse, ma per certi aspetti simili.La forte astensione ,la vittoria del partito territoriale  per eccellenza, la Lega di Bossi, il crollo del Pd, i ribaltoni in Piemonte e Lazio, il laboratorio politico di Nichi Vendola in … Continua a leggere

Il muro della vergogna

Il muro dei silenzi,delle peggiori nefandezze,degli orrori, della perdita di ogni dignità umana.Il muro che  ha portato avanti un’agonia che era ormai sotto gli occhi di tutti, di una delle peggiori tragedie che il mondo abbia mai conosciuto (insieme al nazismo):il comunismo e la sua ferocia.Alcuni dati.Nella sola URSS sono morte dal 1917 al 1989 più di 20 milioni di persone, in Cina il conteggio … Continua a leggere

La libertà non è uguale per tutti

In Italia si sa, la cultura sta a sinistra.Da ormai sessanta anni.La sinistra filo-sovietica prima, quella Berlingueriana poi e per finire quella(o quelle) post crollo muro di Berlino e svolta della Bolognina hanno sempre rivendicato la presunta superiorità culturale,morale e di conseguenza politica sul resto dei partiti presenti nel nostro panorama. Che dall’altra parte ci siano stati personaggi del calibro … Continua a leggere

Bassa lega

Garibaldi, Mazzini,Cavour, Vittorio Emanuele II e chi più ne ha più ne metta, simboli del Risorgimento Italiano, della fine della schiavitù da austriaci e spagnoli.Eroi nazionali per tutti.Anzi, quasi tutti.Si, perchè in Italia c’è un partito di nome Lega Nord che fa del sentimento antinazionale la propria esistenza.”Siamo Padani, non Italiani “, questo è quello che ripetono i militani leghisti.E non solo. C’è … Continua a leggere

Il calcio e le rivalità(1)

Il calcio è l’oppio dei popoli.La domenica senza calcio perde il suo fascino, la sua magia di giorno da passare davanti una TV, o allo stadio.Il calcio nella vita di molte persone è tutto: passione,gioia,tristezza,rabbia.Tutto per una palla che rotola su un campo rettangolare e  undici giocatori che la inseguono.Tutto il mondo è Paese,e questo sport è religione dall’Europa all’Asia, dall’Africa all’America. … Continua a leggere

Silvio, il consenso e le donne

Silvio Berlusconi ama il consenso.In ogni sua azione politica, in ogni suo discorso e in ogni suo gesto, mostra sempre molta attenzione ai temi più sensibili alla sua gente.Immigrazione e sicurezza sono i temi politici più gettonati del Premier e dalla sua Coalizione.Cose care alla Destra e alla Lega, quindi vicine alla pancia dell’elettorato Berlusconiano.L’unico tema dove Berlusconi incontra e ha … Continua a leggere

Gli Usa a un passo dalla storia, il Brasile vince soffrendo

Finisce con il Brasile che festeggia e gli Stati Uniti che si disperano per la grande occasione buttata via, la finale di Johannesburg è stata sostanzialmente questo.La squadra di Bradley ha giocato un primo tempo praticamente perfetto, tutto pressing, ripartenze veloci e difesa ordinata.All’intervallo, USA-Brasile 2-0.Niente da dire, tutto meritato. Nella ripresa però il Brasile ha cambiato pelle, da subito, … Continua a leggere